Un margarita frozen? un gran bel drink estivo e spumoso? un caffè freddo emulsionato o un americaneggiante frappuccino ? Sono sempre di più i motivi per avere al proprio bar un blender, lo strumento dotato di lame all’interno di un bel bicchierone di vetro o plastica spessa, in cui verseremo liquidi e ghiaccio e che, sopratutto in estate, permetterà al nostro menù di trasudare novità. ma quali sono i migliori blender? come fare a sceglierne uno? Per aiutare a decidere quale blender comprare abbiamo tradotto questo bell’articolo tratto da un sito americano…

I blender, o frullatori sono importanti per molte operazioni al bar . Per i bar che servono daiquiri , margaritas ghiacciati o altre bevande ghiacciate , un frullatore è una parte essenziale di apparecchiatura . Non tutti i blender però sono progettati per uso bar, e bisognerebbe essere sicuri di scegliere quello giusto, in funzione del nostro tipo di lavoro e del nostro menù. Fra gli aspetti da tenere presente, la capacità, il materiale di cui è fatto e la potenza. 

Scegliere la giusta capacità

Un vaso, un contenitore molto grande sarà più costoso e sopratutto più ingombrante, ma fondamentale se nel nostro bar margaritas ghiacciati , daiquiri o altri cocktail frozen vanno alla grande: in questo senso dovremo misurare la quantità di drink che serviremo ai nostri clienti e paragonarla con quanti di questi drink riusciremo a prepaare con una singola “frullata”, da tener presente che, in generale , non si dovrebbe riempire il frullatore oltre i tre quarti,, per ridurre le possibilità di schizzi (nel migliore dei casi) e disastri (nel peggiore) .

Scegliere il giusto materiale per il contenitore 

I contenitori, i bicchieroni sono di solito disponibili in tre varietà: vetro , plastica e acciaio inox . Ognuno ha i suoi vantaggi e i suoi problemi.

Per decidere che tipo di materiale è meglio per la vostra attività, considerate come si svolge il lavoro nel vostro locale. Se gli ospiti tendono a sedersi intorno al bar per ordinare i drink , potrebbe essere preferibile scegliere un contenitore di vetro o di plastica per mostrare la bevanda mentre viene mixata. D’altra parte , un frullatore in acciaio inox potrebbe meglio accentuare l’immagine di un bar moderno, elegante e con rifiniture in metallo. Se si preferisce il materiale più durevole, un frullatore in acciaio inox potrebbe essere la soluzione migliore…

La base del blender

Le basi dei frullatori sono sono spesso dimenticate, indicate semplicemente come “corpi per il motore”; in realtà, però la loro è una funzione primaria, che è in realtà la loro funzione primaria, anche se non la parte più importante della decisione di acquisto. La base del frullatore dovrebbe pesare almeno 2 chili, per fornire stabilità, sopratutto se il contenitore sarà in plastica leggera. Una base cromata  può essere attraente , ma ci vuole lavoro per mantenere quella cromatura lucida e nuova. Se si sceglie un frullatore con base cromata , bisogna essere pronti a pulire costantemente con un detergente anti-traccia . Le basi del frullatore in acciaio inox sono attraenti e professionali , purché siano pulite, un acciaio inox spazzolato è una buona opzione in quanto le impronte delle dita e le gocce sono più difficili da vedere. Tuttavia , in acciaio inox arrugginisce nel tempo se graffiato o pulito con candeggina . Le basi in plastica infine, nere o di altri colori possono essere resistenti e facile da pulire , ma sembra meno professionali rispetto alle cromature  o all’acciaio inox .

Scegliere la giusta potenza

Il modo pmigliore per identificare la potenza di un blender è la sua potenza in cavalli ( CV) , anche se HP è più comune e più semplice da identificare. Per confronto , una unità di HP è pari a oltre 745 watt , in base alle unità di misura statunitensi . Proprio come una macchina o un camion è più potente quando si ha più HP , i frullatori con più HP hanno più potere per gestire i lavori di blending più severi , come le bevande molto dense,il ghiaccio cristallino o le o bevande che coinvolgono frutta surgelata o altri ingredienti solidi . Date un’occhiata al vostro menu di bevande per capire cosa vi troverete a frullare di più . I frullatori Bar sono in genere progettati con tra 1 e 2 HP (per gli italiani da 900w a 3Kw) . Questo fornisce il frullatore con potenza e coppia sufficienti per tagliare i cubetti di ghiaccio e bevande mix in una bevanda uniforme ghiacciato . Una bar che ha bisogno di un frullatore per miscelare ingredienti solidi o spessi , come la frutta congelata, può richiedere un frullatore da almeno 1,5Kw

Scegliere Opzioni programmabilità e velocità

Oltre alla potenza , velocità e programmabilità sono caratteristiche importanti per molti operatori del ristorante.  La maggior parte dei frullatori bar hanno solo un interruttore “On / Off”. Alcuni hanno anche un interruttore “High / Low” e sono comunemente detti, miscelatore a due velocità . Altri hanno ancora una scelta “Pulse” , che un barista può tenere premuto o impulsi on e off , se necessario .

Programmabilità . Alcuni dei modelli più tecnologicamente avanzati dispongono di opzioni di programmazione , in cui l’utente può programmare determinate velocità del frullatore e tempi associati ai diversi pulsanti . I baristi possono trovare utile usare velocità e tempi programmati per le bevande diverse. Nel caso in cui una bevanda abbia bisogno di 20-30 secondi di blending , con un programma a tempo che arresta automaticamente può permettere il barista di allontanarsi, magari per preparare il bicchiere e la mise en place. La maggior parte dei frullatori bar non sono così avanzati , anche se alcuni sono dotati di timer manuale con le opzioni di spegnimento automatico per una maggiore convenienza.

Ancora un consiglio? le lame estraibili migliorano tantissimo la pulizia! Prezzi dei blender? Vari, dai 300 ai 1200€, in media…

Per qualsiasi consiglio potete contattarmi!!